Blog: http://trikku.ilcannocchiale.it

Regina Pacis

Don Cesare Lodeserto rimane in carcere.
Il gip del Tribunale ha rigettato le richieste avanzate dai legali del sacerdote nelle quali si chiedeva la revoca della misura cautelare e, in subordine, gli arresti domiciliari.
Ora, non vorrei innescare l'ennesima polemica contro i magistrati, ma mi chiedo: che reato dovrebbe o potrebbe reiterare se gli dovessero venire concessi gli arresti domiciliari?
E ancora: perchè non viene accettata la richiesta delle donne ospitate al centro di accoglienza "Regina Pacis" (che hanno iniziato uno sciopero della fame in segno di solidarietà a sostegno del sacerdote) di essere ascoltate dagli inquirenti?
Proprio quelle donne hanno denunciato di aver ricevuto telefonate da un ex dipendente della struttura diretta da don Cesare affinchè accusassero il prete di fatti mai accaduti.
é veramente sequestro di persona evitare che quattro ragazze ubriache possano uscire dal centro di accoglienza?
Tra mille quesiti esprimo la mia solidarietà a Don Cesare Lodeserto.

Pubblicato il 18/3/2005 alle 14.1 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web